Come affrontare la carenza di Glutine di Frumento e Proteine di Patata

Autore
Anna Brecht
30.08.2022
8 min di lettura
Come affrontare la carenza di Glutine di Frumento e Proteine di Patata
La patata e il grano sono tra le colture più consumate al mondo. Le patate fresche possono essere utilizzate in un’infinità di modi, ma hanno un uso comune nell’industria alimentare. Sono un’ottima fonte di proteine a basso contenuto di colesterolo, utili nell’alimentazione energetica e sportiva. La fecola di patate può essere utilizzata come legante e miscelatore, ma anche come soluzione per addensare salse o zuppe, ad esempio. Si prevede che il mercato delle proteine di patata supererà i 170 milioni di dollari entro il 2024, con una crescita del 7% nei prossimi anni. Anche il grano è una delle colture più diffuse al mondo. Se si determinasse il valore del commercio totale di cereali, il grano sarebbe ancora al primo posto. Viene trasformato principalmente in glutine, proteine o farina. Grazie ai suoi molteplici usi, è indispensabile sia nel settore alimentare che in quello dei mangimi. Nel 2020, si stima che il commercio di grano sia stato di circa 759,5 milioni di tonnellate e si prevede che il mercato crescerà del 4,1% nei prossimi quattro anni.

Il grande valore di una patata


Le patate sono ampiamente utilizzate anche nel mercato dei mangimi grazie al loro elevato contenuto proteico rispetto ad altri prodotti di origine vegetale disponibili. Le proteine della patata somministrate agli animali inducono la crescita muscolare e la digeribilità è eccellente, essendo pari a circa il 90%. La consistenza cremosa è simile a quella della farina di pesce e del latte in polvere, il che rende la patata un prodotto molto richiesto nell’industria della nutrizione animale. Viene utilizzata in modo evidente nell’alimentazione del bestiame. Oltre a tutte queste importanti proprietà, gli ordini di proteine di patata da parte di altri utilizzatori sono aumentati in modo significativo, soprattutto quest’anno. Il grano è una delle principali fonti di prodotti per diversi mercati mondiali. Il problema principale è rappresentato dall’industria alimentare, poiché il prezzo di una pagnotta di pane, ad esempio, è aumentato. Il glutine è un concentrato che costituisce il 60% del contenuto del grano e viene utilizzato principalmente per pane, pasta o dolciumi. Ora che i prezzi del grano stanno salendo alle stelle e la domanda è in aumento, vediamo la paura del settore.

Come è stato il 2021 per il raccolto di patate?


I leader nella produzione di grano e patate sono la Cina con oltre 133,6 milioni di tonnellate di grano e 78 milioni di tonnellate di patate, l’India – 104 milioni di tonnellate (W), 53 milioni di tonnellate (P), e gli Stati Uniti con circa 22 milioni di tonnellate di patate prodotte nel 2020 e 52 milioni di tonnellate di grano. Le forti piogge e le inondazioni che si sono verificate in Cina nel luglio 2021 hanno avuto un impatto estremo sul raccolto di patate, poiché le temperature all’inizio dell’anno erano troppo basse per un corretto sviluppo delle piante. Di conseguenza, il raccolto è stato di scarsa qualità ed è stato colpito da funghi e batteri. Anche la patata europea ha avuto problemi simili. Inoltre, una percentuale significativa dell’offerta era adatta alla lavorazione della fecola di patate, ma non delle proteine.

Dopo il raccolto, i produttori vendevano le loro forniture ai commercianti che riempivano i loro magazzini per l’anno successivo, in attesa di un aumento dei prezzi. Queste forniture sono ora per lo più esaurite, poiché gli acquirenti devono prepararsi per il resto dell’anno e le scorte rimaste dalla scorsa stagione hanno un prezzo improponibile. Sebbene il mercato si sia un po’ raffreddato qualche mese fa, ora i prezzi sono tornati a salire rapidamente e non scenderanno a causa della già citata mancanza di offerta da parte di produttori e fabbricanti. Inoltre, le catene logistiche sono crollate a livello internazionale a causa dell’aumento dei costi del COVID-19, dell’invasione russa dell’Ucraina e della carenza di personale. Ora, il prezzo del gas naturale per essiccare il prodotto è aumentato drasticamente e anche il costo del carburante per il trasporto è molto instabile.

Sostituti della patata


Tutti i fattori sopra citati, la scarsità e l’aumento dei prezzi, hanno costretto i produttori a cercare dei sostituti di queste materie prime ampiamente utilizzate. Quindi, quando si parla di fonti alternative di proteine, possiamo consigliare queste:

Mais


Questo prodotto può essere un’ottima scelta perché la sua produzione in Polonia è in aumento, addirittura del 36% dal 2013. Il suo contenuto proteico è superiore di 1 g rispetto alle patate e ha lo stesso contenuto di carboidrati. Il mais ha una quantità di zuccheri significativamente inferiore rispetto alle patate, 8,1 g di fibre e contiene 5,3 g di grassi. È anche un’ottima fonte di energia per i suini. Tuttavia, solo una quantità limitata dovrebbe essere somministrata a bovini e polli, poiché può avere un effetto negativo sulla loro salute.

Grano


Nonostante la sua ben nota carenza, è importante ricordare che potrebbe essere un buon sostituto grazie al suo contenuto nutrizionale simile. Contiene 5 g di proteine in più per 100 g di peso secco rispetto alle patate, il contenuto di fibre è il più alto tra le fonti nutritive sopra citate (14 g) e anche il contenuto di carboidrati è molto simile a quello delle patate. Purtroppo si prevede che la grande carenza rimarrà fino alla prossima stagione di raccolta, tanto che alcuni definiscono questo prodotto ‘l’unicorno d’oro’ del mercato, visto che è così inaccessibile.

La soia


Un prodotto da prendere in considerazione potrebbe essere anche la proteina della soia, che ne contiene quasi 42 g per 100 g di prodotto. Anche i piselli ne contengono la maggior quantità per cento grammi di peso secco (21,6 g). Hanno anche il doppio dei carboidrati rispetto alle patate, il contenuto di fibre è più elevato (13,1 g) rispetto ai 10,5 g delle patate, e in generale hanno il maggior numero di minerali e acidi grassi tra gli altri prodotti vegetali. La soia è un ottimo alimento per bovini e suini, soprattutto come fonte di energia. È consigliata anche per gli animali domestici, in quanto contribuisce alla prevenzione del cancro e al controllo del peso. Il prezzo approssimativo della nostra farina di soia nel 1° trimestre è stato di 850 EUR/MT.

Girasole


Il miglior prodotto alternativo per l’alimentazione animale è attualmente la farina di girasole, poiché contiene oltre 20 g di proteine e il prezzo è attualmente quasi 4 volte inferiore a quello della proteina di patata. Altri contenuti nutrizionali sono: 51 g di grassi, 9 g di fibre e 20 g di carboidrati. Il girasole è coltivato soprattutto in Ucraina e Russia, oltre che nell’UE, quindi questa regione può soddisfare esattamente il suo fabbisogno con i prodotti di girasole. Ma a causa del conflitto, la produzione sarà limitata e l’esportazione ancora di più, quindi non è prevedibile quale sarà la situazione del mercato l’anno prossimo.

I motivi dell’aumento dei prezzi del grano


I prezzi inflazionistici stanno attualmente influenzando l’intera economia mondiale. L’aumento dei prezzi è iniziato con la chiusura di due anni fa, causata dall’inizio della pandemia di coronavirus. Le fabbriche chiuse hanno bloccato le catene di approvvigionamento causando distorsioni nell’economia, le cui conseguenze si sono viste alla fine del 2021 e purtroppo continueranno a vedersi. La scorsa settimana, l’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura ha dichiarato che assisteremo a ‘un nuovo massimo storico’ dei prezzi degli alimenti, con record a febbraio per i grassi di origine vegetale (crescita dell’8,5%) e per i prodotti caseari (6,4%). È confermato che i problemi di cui sopra sono ulteriormente influenzati dal conflitto in Europa orientale. La produzione di grano ucraina e russa contribuisce insieme al 25% del raccolto globale di questo alimento di base. La situazione potrebbe avere un impatto sulle coltivazioni. In realtà, però, il Ministero dell’Agricoltura ucraino ha annunciato che la superficie di semina prevista diminuirà solo del 30% rispetto alle dichiarazioni di febbraio che prevedevano una diminuzione doppia. Tuttavia, anche la chiusura dei porti internazionali, l’aumento dei prezzi dei trasporti e i vincoli imposti dai cambiamenti climatici hanno un forte impatto sul mercato.

Cosa si può usare al posto del glutine di grano?


Il glutine in generale ha proprietà che lo distinguono da altri prodotti vegetali trasformati. È una proteina estratta dal grano, ma agisce come un adesivo che tiene insieme la forma degli alimenti. Come sostituto del glutine di frumento, possiamo ricorrere ad altri cereali, come la segale o l’orzo. Si tratta di fonti popolari di proteine del glutine. Per quanto riguarda le piante, l’amido di mais e la fecola di patate (amido) sono altamente raccomandati come addensanti. Sono utilizzati efficacemente nella produzione di pane senza glutine. Per quanto riguarda i prezzi di questi prodotti nel 1° trimestre 2022, essi sono: Amido di mais nativo 950 EUR/MT e Fecola di patate nativa 850 EUR/MT, ovvero il 70% in meno rispetto al prezzo del Glutine di grano vitale attualmente sul mercato. Tuttavia, è importante ricordare che c’è una carenza di patate sul mercato, il che significa che anche l’amido è difficile da trovare disponibile, ma noi lo abbiamo in magazzino. Altri prodotti che consigliamo e che hanno qualità simili al glutine sono la gomma di xantano o la gomma di guar. Questi prodotti mostrano risultati comparabili quando vengono utilizzati come sostituti del glutine.
Per saperne di più “Glutine di Frumento Vitale”
Vital Wheat Gluten
1810 EUR
3.31%

Iscriviti alla nostra Newsletter per saperne di più sui nostri prodotti