Polveri del siero – Rapporto sul Mercato Lattiero-Caseario degli Stati Uniti 2021

Autore
Foodcom Experts
16.12.2021
5 min di lettura
Polveri del siero – Rapporto sul Mercato Lattiero-Caseario degli Stati Uniti 2021

Leggi il nostro rapporto sul mercato delle polveri di siero negli Stati Uniti. Dai un’occhiata all’aumento dei prezzi del siero secco e del concentrato proteico del siero nel 2021. Esplora l’aumento della produzione di polveri di siero e la crescente utilizzazione nazionale per il mangime animale. Scopri anche i dati sulle esportazioni più ampie di polveri di siero in Cina, Giappone, e Corea del Sud, tra gli altri

Panoramica dei prezzi delle polveri di siero

Negli Stati Uniti, i prezzi del concentrato proteico del siero (WPC) sono aumentati continuamente nel corso del 2021. I recenti prezzi per il WPC 34 sono saliti a $ 2.816 per tonnellata a dicembre, registrando una crescita di quasi il 49% rispetto allo stesso mese del 2020. Il prezzo più alto è stato registrato a $ 2.899 per tonnellata il 3 dicembre, con un aumento di oltre il 49% rispetto all’anno precedente. All’inizio di dicembre, i prezzi sono aumentati poiché gli utenti finali hanno sostenuto la domanda e continuato a effettuare ordini per il WPC 34. Attualmente, la produzione generale e l’approvvigionamento sono stabili, con eccezioni per marchi specifici. I prezzi attuali hanno superato il record, poiché numeri simili erano stati registrati l’ultima volta nel 2014. Quest’anno, il prezzo medio del WPC 34 negli Stati Uniti è stato di $ 2.452 per tonnellata, con una crescita dell’18,62% rispetto al 2020.
Nella prima settimana di dicembre, il prezzo del siero secco negli Stati Uniti era di € 1.272 per tonnellata, registrando una crescita di quasi il 68% rispetto allo stesso periodo del 2020. Si tratta di uno degli aumenti di prezzo anno su anno più alti tra i prodotti a base di siero in tutto il mondo. I prezzi statunitensi del siero secco per il sostituto del latte destinato all’alimentazione animale erano di € 997 per tonnellata a dicembre, in aumento di quasi il 62% rispetto all’anno precedente. In media, il prodotto è stato venduto a € 872 per tonnellata, con un aumento di oltre il 53% rispetto ai numeri dell’anno scorso.

Produzione, scorte e commercio di polveri proteiche del siero

Negli Stati Uniti, la produzione mensile di concentrato proteico del siero (WPC) è aumentata a oltre 46,63 milioni di sterline a ottobre, con una crescita del 13,8% rispetto allo stesso mese dell’anno scorso. La produzione di ottobre è stata al livello più alto dal record di oltre 50 milioni di WPC prodotti a marzo 2018. Le scorte finali negli Stati Uniti ammontavano a 66,04 milioni di sterline, con una crescita del 5,53% rispetto allo stesso mese del 2020. Oltre il 98% delle scorte di WPC è stato utilizzato per il consumo umano, mentre il resto è stato destinato all’alimentazione animale.
A settembre e ottobre, l’uso animale del concentrato proteico del siero negli Stati Uniti è diminuito significativamente, attestandosi leggermente sopra le 810.000 sterline al mese: la diminuzione più marcata è stata del quasi 50% da agosto a settembre. Tuttavia, l’uso di WPC per l’alimentazione animale è stato più alto ogni mese del 2021 rispetto all’anno precedente, tranne che per gennaio. Alla fine di ottobre, l’uso medio mensile di WPC per l’alimentazione animale nel 2021 era di 1,57 milioni di sterline rispetto agli 0,89 milioni dell’anno precedente.

Tra gennaio e ottobre 2021, gli Stati Uniti hanno esportato un totale di 506.000 tonnellate di siero in polvere, registrando una crescita di quasi il 13% rispetto all’anno precedente. Oltre il 93% di queste esportazioni erano costituite da siero dolce in polvere e WPC, con un aumento del 14,3% rispetto allo stesso periodo del 2020. I prodotti hanno raggiunto principalmente la Cina, dove gli acquisti di siero in polvere statunitense sono aumentati di oltre il 36% rispetto all’anno precedente, a causa della crescente domanda per l’alimentazione animale dovuta alla ricostruzione del gregge suino del paese. Anche Messico, Vietnam e Corea del Sud hanno aumentato gli ordini di siero in polvere statunitense rispettivamente del 18,38%, del 46,49% e del 39,5%. Le esportazioni totali di isolato proteico del siero degli Stati Uniti hanno raggiunto le 57.000 tonnellate tra gennaio e ottobre, registrando una crescita del 17,3% rispetto all’anno scorso.
I principali acquirenti del prodotto erano Cina, Canada, Giappone e Regno Unito, tutti con un aumento degli ordini dal 2020. La Corea del Sud si è classificata come settimo acquirente più grande dell’WPI dagli Stati Uniti, ma ha segnato la crescita più elevata negli acquisti, con oltre il 62% in più rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. Tuttavia, due dei principali acquirenti – Paesi Bassi e India – hanno ridotto i loro ordini rispettivamente del quasi 44% e del 31%. In termini di importazioni, gli Stati Uniti hanno acquistato 70.000 tonnellate di siero in polvere tra gennaio e ottobre 2021, una diminuzione di 1.000 tonnellate rispetto all’anno precedente. La polvere di siero è stata principalmente fornita dalla Nuova Zelanda e dal Canada, mentre la Danimarca è diventata il secondo fornitore più grande di WPI agli Stati Uniti, con un aumento delle consegne del 114% rispetto all’anno scorso.

Per saperne di più “Concentrato di Proteine del Siero 80%”
Whey Protein Concentrate 80
8300 EUR
1.22%

Iscriviti alla nostra Newsletter per saperne di più sui nostri prodotti