Il prezzo del petrolio scende in seguito all’allentamento delle tensioni in Medio Oriente

Autore
Foodcom Experts
12.02.2024
Il prezzo del petrolio scende in seguito all’allentamento delle tensioni in Medio Oriente
Sintesi
Indice
  • I prezzi del petrolio sono scesi lunedì in Asia dopo che Israele ha terminato gli attacchi nel sud della Striscia di Gaza, allentando le preoccupazioni per le interruzioni delle forniture in Medio Oriente.
  • Le interruzioni logistiche nel Mar Rosso, dovute agli attacchi delle milizie Houthi allineate all’Iran, continuano a influenzare le rotte di navigazione globali.
  • Gli Stati Uniti vedono un potenziale di aumento della produzione petrolifera grazie al crescente numero di impianti di perforazione per il petrolio e il gas naturale, mentre l’inflazione e la domanda di petrolio continuano a destare preoccupazione.

Sviluppi geopolitici e reazione del mercato

Nonostante l’allentamento delle tensioni, permangono le preoccupazioni per gli approvvigionamenti, soprattutto a causa delle interruzioni logistiche nel Mar Rosso. L’UK Maritime Trade Operations (UKMTO) ha riferito di un attacco a un’imbarcazione che trasportava due missili a sud della città yemenita di Al Mukha, indicando la continua minaccia dei militanti Houthi allineati all’Iran nello Yemen. Questi sviluppi hanno avuto un impatto significativo sul trasporto marittimo globale e hanno indotto alcune compagnie a evitare le rotte del Mar Rosso. Una nota positiva è rappresentata dall’aumento delle trivellazioni di petrolio e gas naturale negli Stati Uniti, che indica un potenziale aumento della produzione, con la produzione nazionale che ha raggiunto il record di 13,3 milioni di barili al giorno. Tuttavia, permangono le preoccupazioni per la domanda, in quanto la Federal Reserve degli Stati Uniti segnala ulteriori sforzi per frenare l’inflazione, il che potrebbe frenare la crescita economica e la domanda di petrolio.

Preoccupazioni per l’offerta e dinamiche di mercato globali

Nonostante l’allentamento delle tensioni, persistono le preoccupazioni per l’approvvigionamento, in particolare a causa delle interruzioni logistiche nel Mar Rosso. L’UK Maritime Trade Operations (UKMTO) ha riferito di un attacco a una nave da parte di due missili a sud di Al Mukha, nello Yemen, evidenziando le continue minacce da parte dei militanti Houthi allineati all’Iran nello Yemen. Questi sviluppi hanno avuto un impatto significativo sul trasporto marittimo globale, spingendo alcune compagnie a evitare le rotte del Mar Rosso. Una nota più positiva è rappresentata dall’aumento degli impianti di perforazione per il petrolio e il gas naturale negli Stati Uniti, che suggerisce un potenziale aumento della produzione, con una produzione nazionale che ha raggiunto il record di 13,3 milioni di barili al giorno. Tuttavia, le preoccupazioni per la domanda permangono, poiché la Federal Reserve sta continuando a cercare di frenare l’inflazione, con un potenziale rallentamento della crescita economica e della domanda di petrolio.

Condividi:
Per saperne di più “Cloruro di Colina 60%”
Choline Chloride 60
850 EUR
8.89%